Piccole guide sulle piste dell'Appennino lucano - II edizione

Dopo il successo realizzato con la prima edizione, ritorna la manifestazione di educazione ambientale "Piccole guide lungo le piste dell'Appennino lucano". Alla seconda edizione hanno partecipato tre Centri di educazione ambientale del Parco, i Ceas "Bosco Faggeto" di Moliterno, il "Museo del lupo" di Viggiano e l'Oasi Wwf "Novaterra" di Pignola, e circa 160 studenti di dieci classi di prima media di 9 Comuni: Anzi, Calvello, Laurenzana, Marsico Nuovo con due classi, Montemurro, Sant'Angelo le Fratte, Sarconi, Satriano e Spinoso. Obiettivo del progetto far conoscere ai ragazzi il proprio territorio, esplorando uno dei tanti sentieri ideali per escursioni e trekking all'interno del Parco, e rafforzando l'amore per la natura con le lezioni degli operatori dei Ceas, il tutto all'interno di una cornice di gioco e di avventura.
Dopo un primo incontro nella sede del Parco con i docenti che hanno aderito alla manifestazione, sono stati organizzati una serie di appuntamenti con gli studenti nelle rispettive scuole per la presentazione del progetto e dieci percorsi escursionistici alla scoperta del Parco. Tante le mete scelte per l'occasione: dalla visita a Fontana delle Brecce di Marsico Nuovo al sito archeologico della Torre di Satriano, dal sentiero di Bosco Maglie e del lago del Pertusillo all'uscita lungo il percorso del torrente Camastra e ai boschi nei dintorni di Laurenzana. Per ogni escursione sono stati assegnati singoli argomenti a ogni studente, da sviluppare in classe grazie alle indicazioni e alle spiegazioni delle guide ufficiali del Parco e degli educatori ambientali dei Ceas.
Tra novembre e dicembre è stato inoltre concluso il secondo ciclo di appuntamenti in classe, con la proiezione di immagini georeferenziate. Gli studenti hanno mostrato gli elaborati legati a uno o più elementi naturali incontrati nel corso delle escursioni, da presentare all'incontro finale presso la sede dell'Oasi Wwf di Pignola.
I ragazzi hanno partecipato a rotazione alle attività previste nella giornata finale della manifestazione: dalle escursioni lungo i sentieri del Lago Pantano alla visita al Centro recupero animali selvatici della Provincia di Potenza fino all'incontro nella sala conferenze del Ceas, dove ogni studente ha presentato il proprio elaborato legato all'escursione effettuata tra novembre e dicembre, seguendo le fotografie delle uscite elaborate con percorsi georeferenziati.
Al termine di ogni sessione di lettura, i ragazzi hanno ricevuto l'attestato di "piccola guida" dalle mani del presidente del Parco, Domenico Totaro, e alcuni gadget legati all'evento, una sacca con bussola, borraccia e quaderno da campo. I ragazzi hanno seguito le guide ufficiali, i docenti e i rappresentanti dei Centri di educazione ambientale che hanno reso possibile la manifestazione nelle varie fasi della giornata, per poi ritrovarsi tutti insieme nello spiazzo del Ceas di Pignola.

Sul canale Youtube del Parco è possibile rivivere le varie fasi della manifestazione, con escursioni, incontri in aula ed evento finale.
Ulteriori informazioni sul sito del Programma strategico 2010-2013 Epos.