E...state nei parchi 2014 a Viggiano

Il video del campo estivo di Viggiano

Natura, esperienze didattiche e visite tra Viggiano e altri luoghi del Parco. Il Ceas di Viggiano "Il Museo del lupo" ha ospitato, dal 21 al 25 luglio, 25 ragazzini, con programmi e attività dalle 8.30 alle 16.30, nell'ambito della manifestazione di educazione ambientale "E...state nei Parchi e nelle aree protette 2014". Ogni giornata è stata tematica e sempre diversa, per consentire ai bambini di scoprire angoli e aspetti del Parco Appennino Lucano, tra visite e laboratori, con due educatori del Ceas sempre presenti in tutte le giornate organizzate.
Prima giornata dedicata allo stesso Ceas e alla sua sede, il Museo del Lupo, costruzione in legno immersa nel verde della faggeta di Viggiano. Dopo un primo incontro, dedicato alla conoscenza reciproca e alle attività dello stesso Ceas, i ragazzi hanno visitato la Montagna grande, per poi ridiscendere in faggeta dove sono stati organizzati laboratori e attività didattiche sulla conoscenza del bosco, della flora e della fauna locale.
Sempre nel territorio di Viggiano anche la seconda giornata, con la visita all'azienda agricola "Cristallo" dove i ragazzi hanno visto una stalla di bovini, le arnie con le api e altri animali della fattoria. Una tappa nuova, svolta per la prima volta, che aggiunge un'ulteriore aspetto alla visita didattica e ambientale di "E...state nei Parchi". Con la cera d'api ed erbe officinali i ragazzi hanno poi realizzato una candela, una volta tornati al Ceas. Nel pomeriggio dall'azienda di produzione si è passati al Muvig, il Museo delle tradizioni locali di Viggiano, dove hanno potuto sperimentare la visita interattiva con la realtà aumentata.
Durante la terza giornata i ragazzi sono stati impegnati in un'escursione sul Monte Volturino, in località Piano Imperatore. Si sono poi svolti giochi all'aperto, con il tiro alla fune e la corsa nei sacchi. Nel pomeriggio, a causa pioggia, le attività sono proseguite presso il Museo del Lupo.
Un'esperienza diversa quella organizzata per la quarta giornata, con la visita al Parco Avventura di Viggiano. All'interno del borgo, in un angolo di verde, i ragazzini si sono cimentati con uno dei percorsi del Parco Avventura, il sentiero verde, con passerelle, tunnel e corde a 1 metro di altezza dal suolo. I passaggi, uniti tra loro e con base sugli alberi del boschetto, presenta una difficoltà crescente a seconda del sentiero. A prima vista un gioco per bambini, i sentieri si sono rivelati adatti a tutti e un'esperienza di abilità e agilità anche per i grandi. Prima un pizzico di paura, dopo tanto divertimento per i tanti partecipanti, che hanno chiesto a gran voce di poter ripetere il percorso, in particolare il tratto finale, con la teleferica e l'arrivo in volo su una grande rete verde. Nei momenti di pausa, i ragazzini si sono ristorati per il pranzo e dedicati a giochi all'aperto come il tiro alla fune.
Visita al Ceas Racanello di San Chirico Raparo per l'ultima giornata dei campi estivi organizzati da Viggiano. Una partnership tra Ceas della Val d'Agri che ha dato e continua a dare buoni frutti, permettendo ai bambini di conoscere altri borgi e sentieri del Parco Appennino Lucano. La visita si è svolta a Bosco Favino, nel Comune di Castelsaraceno, con un'escursione e un laboratorio complementare, dal titolo "Una finestra sul bosco". Al termine della giornata sono stati distribuiti ai ragazzi dei "questionari di gradimento" per monitorare quale delle diverse attività proposte avesse suscitato maggiore interesse al fine di pianificare le future attività.