NaturArte 2015. Anzi Sabato 31 Ottobre Laurenzana Domenica 1 Novembre

Location e date
Il Parco Nazionale dell'Appennino Lucano intende organizzare nell'ambito di NaturArte 2015 una "due giorni" che si svolgerà tra i borghi di Anzi (Centro storico - Palazzo La Fenice - Chiese) e Laurenzana, in particolare nella Foresta dell'Abetina: una riserva naturalistica di estremo pregio. La "due giorni" si svolgerà nel week end del 31 ottobre e 1 novembre 2015. 

Borgo di Anzi_Il futuro dell'Archeologia_Le attività
Ispirati dall'importanza del ricco patrimonio archeologico che il comune  di Anzi possiede, tenendo conto degli ultimi ritrovamenti nel territorio anzese relativi al 2014 ed in continuità con la Mostra Archeologica Ritorno ad Anxia - Anzi tra Enotri, Lucani, Greci e Romani che vedrà i reperti archeologici in esposizione dall'11 agosto al 31 ottobre 2015 presso il Palazzo settecentesco La Fenice di Anzi e dal 31 ottobre al 15 dicembre 2015 presso il Museo Nazionale di Potenza, si intende porre l'attenzione sull'importanza dell'archeologia per la crescita turistica di un'area con un forte potenziale attrattivo e di estremo interesse per il visitatore dei borghi antichi. Per questi motivi nella giornata dedicata ad Anzi, tutte le attività avranno come tema l'archeologia e l'importanza di essa ai fini di una maggiore fruibilità turistica. 
La mattinata avrà inizio con i laboratori di archeologia nell'ambito del progetto Laboratorio di scavo archeologico simulato che coinvolgerà i bambini dell'Istituto Comprensivo "V.Alfieri" i quali, supportati dall'archeologa di professione Giuliana Buongiorno della Cooperativa sociale Il Sicomoro, tenteranno di simulare uno scavo archeologico. "Il laboratorio ha lo scopo di far conoscere e sperimentare ai più piccoli la metodologia utilizzata dagli archeologi per interrogare resti materiali e contesti di scavo e ottenere informazioni che, dialogando tra loro, tessono la storia del nostro territorio". Ad arricchire la mattinata due altri interessanti laboratori curati dagli archeologi dell'UNIBAS: Frammenti di storia dall'antica Anxia: laboratorio di ceramica archeologica a cura di Fabio Donnici; Droni e Fotografia aerea al servizio dell'Archeologia: il caso di Anxia a cura di Antonio Pecci: due momenti in cui gli allievi dello stesso Istituto avranno modo di apprendere le prime fasi di studio del territorio, per la ricostruzione del paesaggio antico (viabilità, cinte murarie, strutture sepolte ecc.) attraverso l'utilizzo del drone e potranno seguire passo passo gli step di catalogazione, documentazione e studio dei manufatti ceramici, anche attraverso l'ausilio di strumenti e apparati illustrativi multimediali. 
Gli allievi visiteranno anche la Mostra archeologica Ritorno ad Anxia - Anzi tra Enotri, Lucani, Greci e Romani con le guide specializzate messe a disposizione dal Comune di Anzi.
Nel contempo i visitatori potranno aderire al percorso guidato accompagnati da una guida esperta per scoprire le antichità del borgo di Anzi tra le Aree archeologiche, dove sono stati rinvenuti i reperti, gli antichi Palazzi storici, le Chiese, il Centro storico. Nella location di Palazzo La Fenice, il pomeriggio anzese sarà dedicato alla riflessione nell'ambito di una Tavola rotonda dal titolo: Il futuro dell'Archeologia. Archeologia e Comunicazione. Gli esperti del settore della comunicazione, come il famoso conduttore Rai Massimiliano Ossini, uniti agli esperti della tutela e valorizzazione dei beni archeologici, discuteranno sulle possibili strategie da adottare per aumentare l'appeal delle risorse archeologiche; per comunicarle ai giovani stimolando in loro la curiosità, anche attraverso i più innovativi strumenti di comunicazione; e per renderle note ad un pubblico più ampio e popolare senza "banalizzarle". A dare un prezioso contributo al dibattito sarà la giornalista del Tg1, Maria Soave.
Sarà possibile, a partire dalle ore 16.00, aderire alla visita guidata della Mostra archeologica Ritorno ad Anxia - Anzi tra Enotri, Lucani, Greci e Romani.
Al dibattito seguirà l'AperiCena Archeologica_Sulle tracce dell'Antica Arte Culinaria Lucana che tenterà di far assaporare alcune pietanze di reminiscenza storica.
La giornata si concluderà con lo spettacolo teatrale Canti di Basilicata di Caterina Pontrandolfo Folk Trio, attrice e studiosa degli antichi costumi del mondo contadino lucano.

Laurenzana_Sui sentieri della Foresta dell'Abetina_Le attività
La giornata di Laurenzana sarà dedicata per la maggior parte alla natura ed in particolare alla riserva della Foresta dell'Abetina. Sarà l'occasione per i visitatori di conoscerla meglio e scoprirla nelle sue eccezionali bellezze guidati da esperti del settore del Dipartimento Ambiente della Regione Basilicata e dalle Guide esclusive del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano.
La mattina presso il rifugio di Laurenzana Acqua della Pietra, immersi nel verde e supportati dal Ceas Nova Terra di Pignola in collaborazione con gli organizzatori del famoso Carnevale di Satriano La Foresta che cammina e fondatori della rivista ambientale lucana Al Parco, si svolgeranno i laboratori sulla costruzione della maschera arborea. L'iniziativa si presenta in continuità con le azioni di comunicazione implementate dall'Azienda di Promozione turistica regionale (A.P.T.) e dai Parchi della Basilicata per diffondere la conoscenza dei riti arborei ancestrali che caratterizzano la cultura lucana. Si pone l'attenzione sulla necessità di tramandare le tradizioni culturali del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano e si sceglie la maschera arborea e l'uomo albero, protagonista del Carnevale di Satriano di Lucania, quale oggetto materiale e simbolico da conoscere e da creare.
In contemporanea i visitatori potranno partecipare al Trekking di NaturArte. Si potranno percorrere i sentieri della Foresta dell'Abetina a piedi, in compagnia del noto conduttore Rai Massimiliano Ossini, e/o a cavallo. Un dibattito interattivo 2.0 tra i visitatori e gli esperti animerà la passeggiata. Il Trekking si concluderà con un momento di ristoro e di comunicazione, il Brunch con i Giornalisti per un confronto tra la stampa lucana e il conduttore Rai, Ossini. Parteciperà anche lo scrittore e aforista lucano Antonio Grasso, autore del libro Grasso che COLA.
Seguirà la passeggiata nel borgo di Laurenzana: tra il Castello, le Chiese, il Centro storico e gli stand espositivi delle emergenze agroalimentari del Parco Nazionale dell'Appennino Lucano. La giornata si concluderà nella location dell'Auditorium comunale dove si esibirà Raffaele Tedesco, uno dei migliori cantautori italiani originari della Basilicata, nello spettacolo Che mondo sei - Canzoni e dipinti. A fare da sfondo scenografico al concerto: la proiezione delle opere più importanti di pittori vissuti tra l'800 e il '900 e appartenenti alla Domenico Aiello Casa Museo di Moliterno; tra questi il grande artista moliternese, Michele Tedesco. 
.