Circa un terzo della superficie mondiale è coperta da foreste. Questo straordinario ecosistema offre rifugio e risorse all’80% delle specie che abitano questo pianeta e offre sostentamento per un quarto della popolazione mondiale.
Il territorio dell’UE è coperto per il 42% da foreste che assicurano ai cittadini europei una moltitudine di servizi ecosistemici, come:
-il mantenimento della biodiversità;
-l’assorbimento e lo stoccaggio del carbonio;
-la filtrazione e la fornitura di acqua pulita;
-la filtrazione e la depurazione dell’aria;
-la regolazione del clima;
A questo va aggiunto il fondamentale ruolo delle foreste nella mitigazione e riduzione del rischio di catastrofi naturali, quali inondazioni, siccità, ondate di calore, erosione o frane.
La pressione delle attività umane su questi ecosistemi è estremamente elevata tanto che tra il 1990 e il 2016 sono andati distrutti circa 130 milioni di ettari di foresta. Il solo bilancio del 2019 è a dir poco catastrofico, oltre dodici milioni di ettari sono stati bruciati solo in Amazzonia e oltre 8 milioni nell’Artico (WWF). Nella sola Australia tra settembre 2019 e gennaio 2020 sono andati distrutti altri 11 milioni di ettari di bosco. Secondo l’agenzia Reuters “gli incendi in Australia hanno ucciso da settembre 33 persone, 1 miliardo di animali ed hanno distrutto oltre 2.500 abitazioni.

Di questo complesso problema globale si parlerà oggi e domani nella “Conferenza Internazionale sulle Foreste per la Biodiversità e il Clima” organizzata dalla direzione generale dell’Ambiente della Commissione europea, in svolgimento a Bruxelles (Belgio), 4 e 5 Febbraio 2020.

https://ec.europa.eu/…/international-conference-forests-bio…

FOTO